27 gennaio 2013

Una pasta stupefacente


Buon 2013. 
Anche se magari sarebbe più opportuno augurarvi buona Pasqua vista la frequenza con cui riesco a scrivere qualcosa su questo blog.
Troppe idee, troppa confusione e poca concretezza (oltre a pochissimo tempo) ma giuro che il mio unico proposito per il 2013 è quello di focalizzarmi su un progetto e dargli vita a qualunque costo.
Tuttavia mi piace scrivere quando ho qualcosa da dire...non che non abbia nulla da dire in generale eh!, ma vorrei scrivere di qualcosa che possa interessarMi e interessarVi al di là della mia quotidianità che, vi confesso, non ha nulla di straordinario. Diciamo che per certi versi non sono molto 'social': scrivo su Facebook raramente, non ho un account su Twitter, Pintarest, Istangram, Google+ altrimenti mi dovrei licenziare per riuscire a scrivere anche solo un rigo con un minimo di continuità. Per certi versi mi piace l'anonimato e ci tengo alla privacy; non ambisco a far sapere sempre al mondo cosa faccio o dove mi trovo, anche perché sono convinta che il mondo non sia molto interessato a questo genere di notizie (o forse sì?!). 
Ora mi trovo a scrivere questo post proprio perché nelle scorse settimane mi sono imbattuta in un ingrediente che non è molto usuale né sulle tavole e neppure sul web e rarità per me è sinonimo di curiosità e di conseguenza: 'lo voglio!' Sembra una rivelazione, ma ho capito di aver aperto un blog per andare alla ricerca di qualcosa che non conosco e che è lì ad aspettare di essere scoperto (da me).
Vi avverto che questa è un ricetta da 'sballo', ma usare doppi sensi è facile quando si decide di portare in tavola un piatto di pasta a base di farina di canapa ;-)
Una decina di anni fa lessi un libro che si intitola "Marijuana, la medicina proibita" e scoprii che per secoli la fibra di canapa venne ampiamente usata per molteplici usi (tessuti, filati, corde,...) oltre che come pianta medicinale, già conosciuta nella Cina del 4000 a.C.. Nel XIX secolo la coltivazione di questa pianta fu soppiantata da altre coltivazioni sotto la spinta di interessi economici perché è ovvio che se una cosa costa poco e cresce ovunque non genera molto profitto. Sul sito web di Assocanapa, potrete leggere informazioni più dettagliate e scoprire che la canapa è una pianta che si adatta e si coltiva molto facilmente. Ovviamente la coltivazione della canapa è consentita in Italia solo rispettando rigide condizioni come per esempio un livello di THC (la sostanza responsabile dell'effetto stupefacente della canapa) inferiore allo 0,2%.
Quindi non illudetevi che cibandovi di pasta di canapa finirete con esclamare 'Peace&Love' dopo l'ultima forchettata! ;-)
Ma non voglio dilungarmi sui molteplici usi della canapa, li potete leggere QUI se sarete interessati a maggiori approfondimenti, tuttavia consentitemi di spendere due parole sull'uso in cucina di questa materia prima.
Il contributo che il seme di canapa, l’olio e la farina che se ne ricavano, possono dare alla salute dell’uomo è stato riconosciuto dal Ministero della Salute nel 2009.
L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda per la popolazione l’assunzione di acidi grassi polinsaturi omega 6 ed omega 3 in proporzione da 4/1 fino a 6/1, per prevenire o curare le malattie più diffuse nelle società moderne (colesterolo non HDL alto, trigliceridi nel sangue, diabete, artrite reumatoide, artrosi, asma, psoriasi ed eczema atopico, altre malattie autoimmuni in genere, sindrome premestruale, depressione). I semi di canapa, che non contengono mai THC, forniscono omega 6 ed omega 3 in rapporto 3/1, che in natura è quello più vicino al rapporto raccomandato dall’OMS. Analogo rapporto si trova soltanto nell’olio di pesce, che deve essere chimicamente trattato. 
L’associazione della assunzione di olio di semi di canapa con l’impiego in cucina di olio extravergine di oliva per condire (l’olio di oliva contiene omega 6) fa raggiungere il rapporto ottimale. 
L’olio di semi e la farina di semi di canapa sono considerati dai nutrizionisti 'vaccino nutrizionale, alimento che, introdotto nella dieta giornaliera, rinforza e regola la risposta del sistema immunitario, del sistema ormonale e del sistema nervoso nei confronti delle aggressioni dell’ambiente. Numerose ricerche hanno dimostrato l’efficacia dell’impiego dell’olio di semi di canapa in funzione preventiva per la salute. Il seme di canapa e gli alimenti derivati contengono altri importanti componenti tra cui in particolare proteine che comprendono tutti gli aminoacidi essenziali, in proporzione ottimale e in forma facilmente digeribile. E’ quindi alimento ideale per vegani e vegetariani. 
L’olio di canapa viene estratto per spremitura a freddo dai semi che si formano dai fiori femminili all’incirca a metà luglio. Conviene consumare a crudo l’olio di canapa, per non disperdere le preziose sostanze in esso contenute. Una volta aperta la bottiglia, va conservato in frigo, per evitare l’irrancidimento. Possiede un gradevole sapore di nocciole, che ben lega con le usuali abitudini culinarie quotidiane; buono quindi su insalate, su crostini, su zuppe, su legumi ecc, sempre rigorosamente crudo (fonte: Assocanapa).

Non ho avuto alcun dubbio e spinta dalla curiosità ho ordinato pasta e farina sul sito web "Delizie di Canapa" e in pochi giorni ho ricevuto i prodotti.
Quando ho dovuto pensare all'accompagnamento (che sarebbe poi il condimento), ho associato idealmente la pasta al profumo della terra umida, forse per via del colore che nell'aspetto ricorda il pizzocchero valtellinese: un grigio-verde argentato che richiama certi boschi in inverno. Ho scelto di non usare proteine animali per questa volta, ma zucca, porro e salvia e olio extravergine di oliva Biolidoro aromatizzato al limone con una spolverata finale di scaglie di mandorle tostate.
La pasta dopo la cottura rimane elastica, il sapore è delicato e meno deciso rispetto ad altre farine (come quelle integrali o di kamut).
Quindi vi invito ad assaggiare questa pasta non solo per soddisfare una curiosità, ma anche per aiutare i produttori a recuperare questa ottima materia prima.


Pasta alla canapa con zucca, porri e mandorle tostate
per due persone

160 gr di pasta di canapa
1 porro 
1 quarto di zucca mantovana
qualche foglia di salvia
scaglie di mandorle tostate
olio extravergine di oliva aromatizzato al limone (Biolidoro*)
olio extravergine di oliva
sale & pepe

Eliminare la parte verde del porro e le radici e tagliarlo a rondelle sottili. In una padella capiente versare un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva, le foglie di salvia tagliate fini e il porro; farlo appassire lentamente aggiungendo mezzo bicchiere di acqua calda e coprendo la padella con un coperchio.
Nel frattempo pulire la zucca eliminando la buccia, i semi e i filamenti (i semi possono esser tostati in forno e usati per aggiungere sapore alle insalate), tagliare la zucca a dadini e farla saltare in padella con i porri facendo attenzione a non farla disfare troppo. Aggiustare di sale e pepe. 
Tostare in una padella antiaderente le lamelle di mandorle.
Nel frattempo portare ad ebollizione l'acqua, salarla e cuocere la pasta. Scolarla e farla saltare in padella con il condimento preparato in precedenza. Impiattare e completare con le lamelle di mandorle tostate e un filo di olio extravergine di oliva aromatizzato al limone.

(*) vi avevo già parlato dei prodotti Biolidoro in questo post. Hanno aggiunto altri prodotti alla loro produzione e quando ho visto questo olio non ho esitato a ordinarlo immediatamente.

126 commenti:

  1. troppo interessante, soprattutto la parte della risposta immunitaria del corpo... mi piace e quindi sicuro che provo, risponde proprio a un percorso che ho iniziato per usare il cibo come primo farmaco... Grazie, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già mi sento meglio dopo averla mangiata!! :-)
      Ovviamente le notizie sugli effetti sulla salute sono state tratte dal sito di Assocanapa, ti farò sapere dopo il pieno di Omega... In ogni caso il sapore è delizioso quindi almeno il gusto ne guadagna. Ciao ciao

      Elimina
  2. Interessantissimo! Valeva la pena farsi attendere un pochino ;-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Dani, grazie per aver atteso! :-) Un abbraccio a te

      Elimina
  3. Che mito che sei Roby... Ne hai sempre una nuova... La domanda ora é questa: la pasta di canapa viene trafilata al bronzo o rollata a mano ? Peace&love baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahahahah!! Questo commento finisce dritto tra i migliori commenti dell'ultimo secolo! P&L anche a te. Baci

      Elimina
  4. E chi l'avrebbe mai detto che ci si potesse fare anche la pasta?? Ha un aspetto molto invitante, sarà che a me piacciono le paste un po' più scure di quella classica.. Ottimo anche il condimento! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco brava! Da un po' di anni, più la pasta è scura e più attira la mia attenzione. Allora non ti resta che provarla e poi mi fai sapere. Ciaoooo

      Elimina
  5. Molto interessante, guarda quante se ne imparano di nuove...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Stefania, non so se la pasta alla canapa dalle tue parti è consentita visto che già rischi l'arresto per un panettone...!! :-(
      Buona giornata :-)

      Elimina
  6. bellissimo post Roby, adoro scoprire queste cose, anche io son sempre incuriosita dai prodotti che non conosco e la mia dispensa strabocca, grazie delle numerose info sia sulla canapa sia sull'olio!!per quello che hai scritto il condimento è in perfetta armonia con la pasta e i colori del piatto sono magnifici!! buona serata un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ola Tiz, ma allora siamo in tante ad avere la dispensa piena di ingredienti 'sconosciuti' da provare! Spesso mi capita di acquistare senza neppure sapere cosa farcene. Nei prossimi giorni (mesi?!) proverò la farina, sono curiosa di scoprire cosa salta fuori. Bacioni

      Elimina
  7. ...il colore della pasta e il formato mi attirano molto...ora salvo. Oggi ho scritto un post insignificante proprio per i motivi di cui sopra: giornata del cavolo, giornata normale, in cui da raccontare c'è ben poco...in effetti non so che scrivere, non mi piace scrivere di me e giustamente a chi interessano i cavoli miei? Neanche a me più di tanto...capacità di eloquio pari allo zero...ma cucinare e postare mi piace molto...devo trovare una soluzione...buona serata cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, vedi. Siamo poco 'social'!! Però puoi sempre cucinare e postare scrivendo solo la ricetta e sarà apprezzata lo stesso! :-) Buon lunedì

      Elimina
  8. Sospettavo che dietro Roberta ci fosse un oscuro segreto.....ora ho capito :D. Scherzi a parte, complimenti per la fantastica scoperta, notevole davvero. Mi hai messo una tale curiosità che adesso vado subito a dare una sbirciatina al sito. Complimenti per le foto...ecchetelodicoaffare! Ciao a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara Annarita. E adesso tutti a coltivare la canapa sul balcone al posto del rosmarino... ;-)
      UN abbraccione

      Elimina
  9. Oh Roby, è davvero interessante questo post, non sapevo che dalla canapa si potesse ottenere una buona farina, e ora corro sul sito a vedere qualche prodotto interessante, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NOn ci posso credere!! Riesco a farti conoscere qualcosa che non conoscevi...! ;-)
      Per la farina devo ancora sperimentare, sono una scarsa panificatrice e pastaia, però accetto suggerimenti. Grazie.
      UN abbraccio

      Elimina
  10. Ah ma allora era stupefacente proprio in quel senso lì :))!
    La pasta di canapa è da un po' che la vedo sugli scaffali del NaturaSì che mi strizza l'occhiolino; prendo il pacco, lo guardo, lo riguardo, mi chiedo come la faccio e...lo rimetto a posto. Adesso pensi che ce la riposerò sullo scaffale la prossima volta?
    Quel condimento si intona alla perfezione nei colori. Un piatto bello da vedere e squisito da gustare.
    La zucca mantovana chi la molla più!!! Sai che non riesco più a mangiare quella che mi piaceva prima?
    Un bacione, per gli auguri di Pasqua spero di rileggerti prima ^_^

    P.S. penso che se su FB scrivessi quante volte fai plin plin in una giornata e a che ora, interesserebbe a un sacco di gente! Sono un po' "orso" lo so ma questa curiosità bramosa e il mettere in piazza la propria vita è una cosa che non sopporto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao 'orso'! Fammi spazio nella grotta che dobbiamo riempirla con paste di ogni tipo (perchè anche io sono come te: carrello pieno da NaturaSì di pasta di ogni forma e sostanza che poi ripongo in dispensa in attesa dell'illuminazione).
      La zucca mantovana è decisamente la mia preferita!
      Un bacione a te !

      Elimina
  11. E' già un po' che mi faccio di semi di canapa e altri prodotti dalle miracolose proprietà antiossidanti, tu sei molto più sofisticata nel tuo modo di assimilare gli omega. ;)
    Non mi sembra di aver rallentato il processo di invecchimento, tuttavia. 0.O
    Baciiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa se non li avessi usati quei semini, magari dimostreresti 10 anni in più...! :-)
      I semi non li ho ancora provati, diciamo che la pasta mi veniva più comoda.
      Ricambio i baciiii

      Elimina
  12. davvero interessante,ho visto che ora molti prodotti sono a base di canapa (tra cui un fratello del tofu,l'hemp-fu che voglio assolutamente provare) ma non avevo idea di quali fossero esattamente le sue proprietà,quindi la scoperta della quantità di omega 3 contenuta è stata una bella sorpresa,visto che non mangio pesce. ottimo anche il condimento! :)
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BRava! Anche io leggo qua e là notizie sull'hemp-fu ma senza riuscire mai ad avvicinarmi seriamente. Quidni se lo provi fammi sapere eh! :-)
      Bacioni

      Elimina
  13. Ma come no???!
    Io esclamo "peace & love" solo alla visione di un qualunque piattone di pasta al sugo...vuoi che non lo esclami dopo aver mangiato questa tua meraviglia????
    Bacione,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah!! Come hai ragione! Fate la pasta, non fate la guerra! ;-)
      bacioni

      Elimina
  14. Roby, bentrovata... mi sei mancata <3 Post interessantissimo e ricetta grandiosa. Segno, segno tutto ;) Grazie e complimenti, un abbraccio forte :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, se attendo ancora un po' a postare, siete autorizzate ad organizzare una spedizione di ricerca
      ;-)
      Un abbraccione

      Elimina
  15. Ecco, uffa! Ora la voglio provare anche io! Mi incuriosisce tantissimo! :)
    Post troppo interessante e le foto son bellissime *_*
    Un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, ti ho pensato per pensare al condimento per questa pasta e devo segnalarti un libro che ho acquistato da poco.
      Besos

      Elimina
    2. Uh uh segnala segnala :)

      Elimina
  16. vedi ognuno vive i social per come meglio pensa e effettivamente rispetto tutti...io li uso molto per la cucina ma in effetti di privato non scrivo nulla, cé'chi invece mette anche quante vole va al bagno e penso che ognuno debba scegliere il modo per rapportarsi con se stesso e con gli altri.adoro invece girare e leggere notizie come queste, prodotti nuove, ricette indedite...questo e'quello che amplia la conoscenza!strabilainte questa pasta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo con te Lucy, ogni persona si gestisce i propri social come meglio crede. Personalmente vivo questo fenomeno come un'overdose di parole però si trovano anche molte informazioni e questo è l'aspetto che più mi piace.
      Un abbraccio

      Elimina
  17. Cavoli.. la Canapa davvero mi mancava. Non avevo idea che si ''mangiasse'' e tanto meno quali proprietà salubri potesse avere. La mia ultima scoperta sono stati gli spaghetti senza carboidrati, che di salubre non so cosa abbiano, ma indiscutibilmente non fanno ingrassare. Ora, per essere brava e dedita come te, anche a me è venuto in mente di parlare nel blog di suddetti magici spaghetti, ma poi ho deciso che non mi fidavo abbastanza, per consigliarli o parlarne. Invece questa Canapa mi sembra abbia davvero qualcosa di buono, non solo gli Omega, ma una differenza in sè, che mi incuriosisce veramente. Quindi grazie, credo davvero la proverò.

    Ps. Sai che le tue foto sono SEMPRE più belle!!??

    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei sola: ho già addocchiato anche io gli spaghetti senza carboidrati ma la coscienza si è rifiutata di farmeli acquistare. Per ora.
      Facciamoci di Omega e stiamo a vedere cosa succede! :-)
      Grazie mille per i complimenti.
      Un abbraccione

      Elimina
  18. e qua come sempre mi stupisco e mi sento suuuper ignorante...la tua pasta è veramente da sballo ma lo sono anche tutte queste preziose notizie ^_^
    mi catapulto immediatamente sul sito a curiosare per bene!!!!
    io gli auguri di buon anno te li ho già fatti ma non sono mai troppi quindi: buon 2013; che sia FAVOLOSO come te :D
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già già, se tu sei super ignorante io sono super ignorantissima!! Ma so che tu sei curiosa come me e quindi mi stupisci sempre...
      un abbraccio cara e che qs 2013 sia favoloso per entrambe :-*

      Elimina
  19. Sei unica Roby, un post davvero interessante. Ma come, niente Peace&Love? Mi deludi un po', lol ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia! Vabbè dai, un Peace&Love non costa nulla e fa bene all'umore. Peace&Love a tuttiiiii!!!
      Bacioni

      Elimina
  20. Roby!! Ecco perchè eri sparita, facevi sperimentazione con la canapa!
    Certo che insomma, vanno bene gli effetti sulla salute, sulle papille ecc, ma almeno un piccolo effetto sull'umore non ce l'ha proprio??! ;)
    Comunque molto interessante, io non la conoscevo. Avevo sentito lontanamente qualcosa sui semi e sulla farina ma non mi ero mai informata più di tanto quindi grazie perchè anche stavolta mi hai insegnato qualcosa :)
    E complimenti per le tue foto che sono sempre più belle!
    Un abbraccio e buon lunedì!
    Vale

    ..ed ora via tutti a piantare canapa sul balcone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...sperimentavo la canapa eh già! Un mese di incubazione per fare un piatto di pasta, devo dire che seguire il mio blog è poco impegnativo a parte avere un po' di memoria per ricordarsi che ci sono pure io...
      Per i semi senti 'Graziella' qui sopra, pare che ne faccio un grande uso da anni, mentre per la coltivazione sul balcone, mica vorrai piantare salvia e rosmarino anche quest'anno, saresti 'out' e per niente cool! Vuoi mnettere la canapa?! buon lune anche a te e un abbraccio

      Elimina
  21. Che pasta stupefacente (sotto tutti i punti di vista!). Non sapevo neanche esistesse una pasta di canapa. E quante proprietà! Sei stata illuminante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Arianna, nemmeno io ne conoscevo l'esistenza fino a poco tempo fa, però ti confesso che sono stata piacevolmente sorpresa. Fammi sapere se la proverai. Buon lunedì!

      Elimina
  22. Chissà come sarà questo olio di canapa? E la farina? Mi hai incuriosita/interessata moltissimo con questo post. Ed io adoro scoprire cose nuove...
    IP ti fa i complimenti per le foto.
    Baci cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo assaggio sarà l'olio di canapa, mi incuriosisce davvero molto. La farina sarà la prossima prova, poi ti saprò dire. Ringrazio IP per i complimenti.
      Un abbraccio

      Elimina
  23. Ciao Roberta piacere di conoscerti, ho scoperto da poco il tuo blog e sono rimasta colpita dal post sul the (dovro' visitare presto qst nuovo "atelier del the")! Mi piacciono gli ingredienti nuovi da sperimentare e qst pasta mi incuriosisce molto, anche grazie alle tue informazioni!!! Ciao ciao luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Luisa. grazie per essere approdata a questo blog e ho letto sul tuo blog che hai usato il sommaco, ingrediente per me sconosciuto (e io adoro le spezie).
      Felice di averti conosciuta. Buon lunedì!

      Elimina
  24. E qui si scopre l'animo fricchettone di Roberta... ;-)
    Ho sempre avuto grande diffidenza nei confronti della pasta stile "grano duro" fatta con ingredienti diversi dal grano duro (forse perché ho avuto solo poche esperienze e negative). Però mi ispira l'olio di canapa (che non hai usato nella ricetta). L'hai provato? Ha davvero l'aroma nocciolato di cui parla l'assocanapa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ada cara, anche io sono curiosa come una scimmia di assaggiare l'olio di canapa, non l'ho usato perchè non l'ho acquistato ma penso che correrò ai ripari :-)
      Dai coraggio, è ora di buttarsi alla spalle il grano duro e iniziare con nuove paste (io il primo passo l'ho fatto con l'integrale e il farro e non le ho più abbandonate). ciaooo

      Elimina
  25. Eccotiiiiiiii!!!
    Sono convinta che con questa pasta stupefacente hai incuriosito tutti. Poi il post è ricco di informazioni (il che è sempre un bene per me). Quindi niente nuvole colorate e mucche milka volanti?
    PS Non sparire, mi raccomando. Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè, questo giro ho cucinato una semplice pasta che tra l'altro sul mio blog non era mai stata menzionata. Adesso mettiti comoda che manca un mese al prossimo post! ;-)
      baci e abbracci

      Elimina
  26. Davvero interessantissimo questo post, non conoscevo le proprietà dell'olio di canapa. Sono molto curiosa di sentire il sapore di questa pasta rustica e salutare! Adesso do un'occhiata al sito dove l'hai comprata :) Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Marina, adesso mi è venuta una forte curiosità per l'olio di canapa. DEVO assaggiarlo!!
      Un abbraccio

      Elimina
  27. ciao roby, ti aspettavamo tutte, ci sei mancata...interessante davvero il post di oggi e le foto...da lasciarti a bocca aperta, meravigliose...io mi vergogno un po' davanti a te...magari potessi fare delle foto così belle! Ma vabbè tu sei professionista e io no e poi mi manca la reflex e cmq grazie di questa ricetta "stupefacente"! Sei una grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aleeeee!! Grazie per la pazienza e per l'attesa, se solo avessi un pochino più di tempo per realizzare tutto quello che ho nella testa...
      Tu sei davvero troppo buona, le foto nascono da un po' di tentativi e ti posso assicurare che ho proprio una reflex basic ma ho visto delle belle foto fatte con il melafonino. Se hai bisogno di qualche consiglio da dilettante, con vero piacere! Un abbraccio

      Elimina
    2. ti ho scritto da Elisa, grazie della disponibilità...

      Elimina
    3. hai ricevuto la mia mail ieri, Roby?

      Elimina
  28. Io l'ho visto questo magnifico post e questa pasta dall'incredibile color liquirizia. Un post favoloso pieno di informazioni illuminanti come sempre sono tutti i tuoi scritti. Mi piace anche come l'hai condita ed i bellissimi contrasti cromatici. Non avevo idea che si potesse produrre pasta dalla canapa e la sola ipotesi mi procura immagini ridicole che non sto a raccontarti.
    Circa la mitica pappa col pomodoro, credo che sulla tua scia, la rifarò anche io, avendo un avanzo di buon pane cotto a legna e della polpa pronta che mi fa l'occhiolino dalla dispensa. Mi ci va proprio. Sono felice che ti sia piaciuta.
    Bacio grandissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so come ma con le parole riesci sempre a descrivere le immagini, se non avessi il dono della vista ti chiederei di descrivermi i piatti. Ma adesso ti tocca provarla perchè io con la tua pappa al pomodoro mi sto ancora leccando i baffi! ;-)
      Un abbraccio mia cara Patty

      Elimina
  29. Non avevo idea che la canapa fosse utilizzabile per alimenti, tantomeno la pasta! il contrasto cromatico è bellissimo e sarei proprio curiosa di assaggiarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero curiosa e il sapore è delicato quindi un ottimo modo per iniziare ad alternare la pasta di grano duro. Un abbraccio

      Elimina
  30. Bentornata Roberta!! :-) Foto bellissime, come sempre! C'è quell'arancio della zucca che sbalza fuori dallo schermo!
    E' un piacere rileggerti, soprattutto con una novità di pasta così! ;-)
    Buon lavoro! Simo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Simoooo!!! Grazie per i complimenti e per avere la pazienza di attendere i miei post :-)
      Buona serata

      Elimina
  31. adoro la zucca e con questa pasta sembra divina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La zucca potrei mangiarla anche a colazione e con la pasta alla canapa ci sta a meraviglia :-)

      Elimina
  32. io di canapa ne ho provata una una volta, non era in pasta, era in foglie, ero in Perù, e non lo so se era per la canapa o se per i 5000 m, fatto sta che sono svenuta. ma poi, tutte ste idee, da dove ti escono? no spiegami eh, perchè qui è già tanto se mi viene in mente di provare il cous cous, che alla quinoa non ci sono ancora arrivata. e tu mi spunti con sta pasta? ma a casa tua una pasta di gragnagno al pomodoro, mai? solo cucina molecolare, tè (perchè ora so che si scrive così), canapa o ristoranti ipermegastellati??? ;) un bacino mia cara, tanto lo sai vero che forse, questa pasta, la proverò tra un decennio? sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già cara Sere, il mondo è bello perchè è pieno di stracotti, ragout, cibi della tradizione ma anche di cous cous, miglio, amaranto e aria di sifoni!! :-)
      Se mi cucini l'amaranto io preparo l'arrosto! Ci stai? :-)
      Besossss

      Elimina
  33. poiché non credo che ti abbiano "pagato" per dire tutte queste meraviglie sulla canapa... vado di corsa a guardarmi per benino il sito che ci hai segnalato. Per me è una vera novità e ti ringrazio per averci raccontato tutto su questa meravigliosa pianta.
    Mi allineo perfettamente ai tuoi discorsi "sulla privacy"; non ho nemmeno un account FB, non parliamo poi di Twitter...
    Mentre scappo mi prendo ben volentieri già da ora i tuoi auguri di buona Pasqua; sia mai...
    UN abbraccio :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah!! Cara Fausta, mi sa che io a te abbiamo un sacco di cose in comune...!
      Le meraviglie delle canapa le ho lette su internet, tentare non nuoce :-)

      Elimina
    2. ... ora un account Fb me lo sono fatta :(( ... mi serviva per controllare una cosa...
      Però non lo uso!
      Ciao :))

      Elimina
  34. Non avrei mai pensato ad una pasta alla canapa.Non solo mi sembra una proposta originale,ma anche salutare.Il post,dettagliato e' pieno d'informazioni,e' utilissimo.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Edith Pilaff. Il tuo nick name mi fa molto ridere perchè è davvero divertente!
      Buona serata!

      Elimina
  35. Ti prego cara non parliamo di frequenza con cui si scrive nel blog, sono un disastro in questo, vabbé... ogni volta che passo a trovarti ne imparo una:-)Non credevo si usasse negli alimenti! Bellissimi i colori nel piatto! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mari, mi sa che ci facciamo concorrenza su chi scrive meno nel blog :-(
      Ma un motivo ci dovrà pure essere....
      Bacioni

      Elimina
  36. Complimenti per il blog, veramente interessante. Mi sono unita ai tuoi lettori, se ti va di contraccambiare, mi farebbe piacere, Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna, verrò a trovarti al più presto! :-)

      Elimina
  37. cara Roby sei sempre dispensatrice di utilissime informazioni... dopo il tè kusmi (ottimo) proverò anche la pasta alla canapa, l'ho già adocchiata in un negozio (ma sei sicura che dopo il consumo non ci si senta lievemente ebbri?)
    Per la "frequenza" per fortuna almeno sui blog non si timbra il cartellino! Io e te siamo sulla stessa barca, ci siamo quando possiamo e con calma!
    Un abbraccio e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Stefi, il fatto che fossi allegra dopo il piatto di pasta penso che non c'entrasse nulla con il tipo di farina usata! :-)
      Sull'ansia da prestazione da blog: hai perfettamente ragione!! Almeno qui non ci sono cartellini! EVVIVA!!
      bacioni

      Elimina
  38. Mi ero persa questo post... Incredibile e ingiustificabile. Per un motivo tutto particolare: qui da me la canapa si coltivava fino al dopo guerra perché tutto e dico tutto il corredo di una futura sposa veniva realizzato tessendo al telaio di casa la canapa. Mia nonna mi ha lasciato dei "torselli" (cioè delle pezze di tessuto) fatte di canapa e un pezzetto lo uso anche come base per i set... Insomma ci sono affezionata per davvero. Ma la pasta, no, non la conoscevo, la cercherò al negozio bio, puoi starne certa!
    Grazie per l'attenzione che metti in tutto ciò che racconti. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come?! Sei circondata dalla canapa e la usi solo come tessuto!? Adesso ti attendo alla prova fuochi, con una bella foto come sai fare tu canapa-su-canapa!! :-)
      Grazie a te e un bacione

      Elimina
  39. Si, ma pensa se avessi chiesto un gioiello: altro che colazione da Tiffany con anello delle patatine, mi arrivava un bullone di ferro, sicuro!!!!
    Ma quando me l'aggiorni questa pagina? Ossia, mi rilassa l'idea che avevo già lasciato un commento, ma sono molto curiosa di vedere tutto il resto :)
    Ti abbraccio molto
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mari, allora ti è andata meglio con la padella e gli stivali! :-)
      Per quanto rigaurda l'aggiornamento del blog sono in un limbo tra casini-ini-ini, mancanza di tempo e un progetto che mi sta monopolizzando le uniche ore libere del w/e. Il vantaggio di seguire un blog che pubblica una volta al mese è quello di addormentarsi o di non avere l'ansia del commento mancato :-)
      Ricambio l'abbraccio

      Elimina
  40. Ciao Roberta, grazie di essere passata da me, così ho potuto scoprire il tuo splendido blog!
    Mi piace tutto di questa pasta, è il tipico primo piatto che non mi stuferebbe mai!
    Se ti capita, prova anche la farina di canapa...ha un gusto particolare ed intenso, mischiata con altre farine si hanno risultati sorprendenti ;-)
    A prestissimo,
    Katy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci avrei scommesso che una vegan blogger come te non poteva non aver assaggiato i prodotti a base di canapa. Felice di averti 'scoperta'!
      Buona giornata

      Elimina
  41. Che darei per assaggiare questo piatto meraviglioso, non solo per colori ma anche per sapori!
    La pasta di canapa mi manca perché costa parecchio ma prima o poi la compro!
    :)

    Ciao Roberta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, grazie per aver lasciato un commento sul mio blog.
      La pasta di canapa è stata una piacevole scoperta, adesso vorrei provare la farina e sono certa che resterò soddisfatta.
      Ho visitato il tuo blog e sono felice di avere un'altra blogger vegana nella mia lista di preferiti
      ;-)
      Buona giornata

      Elimina
  42. Ma com'è che blogspot non mi ha resa nota questa stupefacenza??????????? io la voglio...che si fa????^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tirata di orecchie e blospot! :-)
      Francy, so che faresti dei piatti 'stupenderrimi' con la canapa.... :-*

      Elimina
  43. Ciao Roberta! Ti lascio un salutino e l'augurio per un buon we proprio sotto questa pasta particolarissima. Un abbraccio e a presto, Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Valentina, ricambio il saluto, sono alle prese con il RISO! ;-)
      Buon lunedì e un abbraccio

      Elimina
  44. Che delizia, l'abbinamento mi sembra molto azzeccato. Le tue fito sono un vero incanto! Complimenti un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la visita e corro a ricambiare (ho letto che il tuo blog si chiama 'Speziando', sono nel posto giusto!)
      Buon lunedì

      Elimina
  45. Ok, ti faccio spazio sul catafalco, e sappi che non è una gatta che ci cova ma un gatto che tenta di mangiarci. Sì, pure il gatto, perché, tieni a mente, io fotografo come dentro 'giochi senza frontiere'!
    E sappi, inoltre, che sei troppo simpatica e mi fai veramente troppo morire dal ridere ad ogni tuo commento! Quindi grazie, perché le risate son sacre! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma hai anche il naso rosso e il fischietto in bocca e ti butti dal trapezio? :-) Io a fotografare con te ci verrei di corsa!! ;-)

      Elimina
  46. Ma daiiiiiiiiiiii!!!ma quante ne sai????Certo è che se si vuole trovare qualcosa di originale bisogna venire qui da te!!Anzi ti dirò , vista la tua conoscenza chimico-farmaceutica (dimostrata anche altrove) ti proporrei anche un'associazione a delinquere finalizzata al mangereccio, non puoi rifiutare!!Certo che io potrei chiacchierare di canapa, cannabis e quant'altreo per ore, ma rimarrei allibita se mi dicessero...e in cucina? Tu mi completi sempre!Ps. Io leggerei sempre su facebook quello che fai, ma proprio èerchè non lo scrivi mai sono curiosissima :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e te un'associazione (culinaria) a delinquere?! Diciamo la verità, vista la tua bravura con i dolci, al massimo potrei riempirti il sac-a-poche! :-)
      Ti aspetto a Milano perchè prima o poi un saltino ce lo dovrai pure fare...
      Un abbraccissimo! :-*

      Elimina
  47. Il tuo blog mi piace molto, bellissime le foto! ma le ricette per i celiaci dove sono??? ;PP
    Da noi ne trovi molte...ti invitiamo ufficialmente a cena!
    A presto, Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ellen, grazie per la visita!! Effettivamente mancano ricette per celiaci ma penso che sia una grande responsabilità quindi mi affido ai blog che lo fanno con competenza.
      Passo a trovarti.
      ciaooooo

      Elimina
  48. Dove sei? A fare che? Quando torni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forze oscure si aggirano attorno al mio blog....!! Gulp! Tienimi d'occhio, non si sa mai...
      baci

      Elimina
    2. prima ero solo curiosa, adesso sono anche preoccupata...

      Elimina
    3. tranquilla, le forze oscure sono tutte nel mio cervello! ;-)

      Elimina
    4. io te lo dico: non sei brava a tranquillizzare le persone!

      Elimina
    5. noooo, Roby!! Tranquilla. Ho solo le sinapsi impigliate nelle idee e sto cercando di fare un po' di chiarezza. Un po' come se avessi il motore ingolfato...! Grazie per il tuo pensiero, tornerò presto, per ora vi leggo.

      Elimina
  49. ... anch'io aspetto "il tuo ritorno"!!!
    Un abbraccio :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRazie cara Fausta. Sono in meditazione... :-)
      A presto, un abbraccio

      Elimina
  50. Sic et simpliciter: a me manchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me mi manco! :-)
      Stanno arrivando le idee e sono sempre sul pezzo. Spero di tornare presto.
      Thanks

      Elimina
  51. la pasta è stupefacente e si vede... ma tu quando "TORNI"??? Un abbraccio :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Torno torno...quando spero presto :-)
      Grazie e un abbraccio

      Elimina
  52. Roby attendo trepidante il tuo nuovo post!! Siamo quasi a Pasqua! Non voglio mica stressarti...
    La pasta canaposa non l'ho ancora acquistata poiché nel negozietto fatidico, biologico naturalmente, si trovano anche semi e farine, c'è persino la cioccolata.
    Allora illuminati e componi! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Stefy, mi scuso per l'assenza ma sono stata impegnata su altri fronti. Adesso il mio cervello è in moto per il prossimo post. Grazie per il messaggio :-)
      Un abbraccio

      Elimina
  53. Ho già commentato questo post, mi ricordo bene sia la pasta, che la ricetta. Ma quando torni! Come manchi a te, manchi a me!
    A presto
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla ricerca di stampi per biscotti, poi sono pronta... :-)
      Passo a leggerti.
      :-*

      Elimina
  54. meditazione finita???
    :))
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri cucinato, adesso altri due mesi per scrivere il post...! ;-)

      Elimina
  55. toc, toc ....
    Ciao Roberta! ogni volta che passo da queste parti rimango stupefatta (e non serve la pasta! :)), non solo per l'ingrediente proibito ma anche per le foto, come sempre spettacolari!
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lizzy, felice di rileggerti dopo tanto tempo :-)
      bacioni

      Elimina
  56. ..sono passata anche dalla tua socia (CiboForMe), non so perché mi siete venute in mente così dal nulla: è un po' che non vi si sente...buona giornata cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cri, effettivamente anche la mia socia si è persa. Io tornerò tra poco, il tempo di scrivere (il piatto è già pronto). A prestissimo!!!

      Elimina
  57. Una pasta que entra por la vista!! Me gustan mucho las fotos, y la receta, claro!
    Ana de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  58. appena mangiata,pero' in versione tagliolini.davvero buona,e poi la mandorla tostata sopra ci stava da dio!michy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michy, vero che la pasta di canapa è una piacevole sorpresa? :-) Grazie per il riscontro.

      Elimina