15 aprile 2012

Crema al peperonciono e due talenti

 
(NB: in fondo a questo post ci sono dei premi ma non si tratta di un contest; se avrete un pò di pazienza nel leggere tutto il testo potrete capirci meglio).

Come qualcuno avrà già letto nella sezione del 'Chi sono' di questo blog, sono laureata in architettura con specializzazione in 'Recupero e restauro del patrimonio storico, architettonico e artistico'. Nel corso degli studi ho sostenuto l'esame in Storia dell'Arte e vi confesso che il mio sogno alla fine della 3° media sarebbe stato quello di andare a Firenze per frequentare la scuola di restauro di dipinti. Lo confesso: dal punto di vista architettonico e artistico il mio interesse è sempre stato per il Rinascimento, il periodo storico, a mio avviso, più luminoso per l'Italia; un secolo di gradissimi capolavori e di artisti che tutto il mondo ci invidia,  caratterizzato dalla bellezza e dall'armonia che ha gettato le basi per l'Umanesimo. In tutti questo via vai di artisti in giro per l'Italia, la città simbolo è stata indubbiamente Firenze, governata da quel po po di famiglia che erano i Medici, che godono tutt'oggi di una straordinaria fama per aver promosso in misura fuori del comune e per diverse generazioni la vita artistica, culturale, spirituale e scientifica del loro tempo.
Sicuramente vi starete chiedendo che cosa c'entrano i Medici con una salsa al peperoncino... Abbiate ancora qualche minuto di pazienza e ci arrivo... :-)
La famiglia Medici (come i Gonzaga a Mantova,  gli Este a Ferrara, gli Sforza a Milano e la corte papale a Roma) oltre ad essere i governanti del territorio, ricoprivano anche il ruolo fondamentale di mecenati. Questi signori facevano a gara per chiamare alla propria corte i più bravi e famosi architetti, scultori, pittori, letterati, musicisti allo scopo di farsi progettare chiese, palazzi, tombe, ritratti, affreschi, poemi e musiche. Diciamo che si contendevano i numeri 1 dell'arte a suon di fiorini, ducati e zecchini per avere il palazzo più bello o il ritratto di famiglia meglio dipinto o la chiesa più solenne. Affamavano il popolo ma in cambio ci stavano lasciando una splendida eredità.
Purtroppo la figura del mecenate nel nostro secolo è praticamente sparita. Provate a pensare a come oggi si raggiunge il successo. La TV propone talent show che sfornano pseudo-talenti che spariscono dopo una sola stagione; la maggior parte delle volte è il marketing delle Major del settore (cinema, musica, danza, spettacolo, arte, cucina (oggi così fashion, ve ne siete accorti?!)) che decidono a tavolino i 'prodotti-persone' da far emergere anche se spesso privi di capacità nel campo in cui dovrebbero eccellere. D'altra parte se la Parodi è finita su una nave da crociera insieme a Cracco per preparare il menù dell'ultimo dell'anno nel 2011 qualcosa di anomalo ci dovrà pur essere in questo mondo. 
Così se il Rinascimento era rappresentato dalla bellezza e dalla perfezione (alzi la mano chi non rimane a bocca aperta davanti a capolavori come il David di Michelangelo o la cupola del Brunelleschi giusto per citarne due a caso), il XX secolo e anche il XXI sono gli anni della mediocrità e della povertà dell'anima. Provate a visitare un centro storico di qualunque città d'Italia e poi la sua periferia; un cascinale antico e un palazzo costruito negli anni Settanta e ditemi quale dei due preferite. In Italia poi, rispetto al resto del mondo, le arti hanno perso molto più velocemente la loro dignità per abbracciare la cultura dell'oggi-ci-sei-domani-chissà'.
Sì, dai, però... ma che c'entra il peperoncino con questa filippica sull'arte?
Nei momenti di riflessione (in metropolitana) ho ripetuto più volte a me stessa che se avessi soldi da investire mi piacerebbe fare la mecenate: vorrei girare l'Italia alla ricerca di talenti.
Talenti non sono nell'arte, ma nella scienza, nella cultura, nella salute e nella tecnologia.  Trovare un talento, riconoscerlo, ascoltarne le idee, osservare quello che ha da mostrarmi e aiutarlo ad emergere scansando le logiche delle multinazionali che devono fare profitto in brevissimo tempo e che tritano e livellano tutto quello che passa dalle loro mani. 
Penso che l'Italia sia piena di questi talenti, spesso costretti a lasciare il Paese o ad abbandonare le proprie idee perchè poco supportati o ingabbiati dalla burocrazia.

Ma veniamo al peperonciono.

Qualche mese fa ero ad una cena organizzata da amici e sul tavolo trovai tre vasetti di creme sott'olio. Una di queste era proprio la crema al peperoncino.
Rimasi folgorata dalla bontà del prodotto, dalla qualità dell'olio extravergine e dall'equilibrio di sapori. Volli conoscere la provenienza di quei vasetti ed avere il nominativo della persona che li produceva.
Mi misi subito in contatto con Daniela, una delle due fondatrici di Girodolio che nasce con lo scopo di far conoscere i prodotti e le ricette originali del territorio (la Puglia). Daniela & Giusy si occupano personalmente di selezionare gli ingredienti (carciofi, melanzane, lampascioni, olive e altri tipi di verdura) che verranno successivamente lavorati e invasati seguendo le antiche ricette locali e anneggati in olio rigorosamente extravergine di oliva proveniente dalla coltivazione 100% biologica di Daniela. L'elenco della loro produzione è assai ampio e comprende alcuni tipi di salse (al peperoncino, ai carciofi, alle verdure e tonno; patè di olive verdi e nere), i classici sott'olii (carciofi, lampascioni, asparagi, pomodori secchi), sott'olii lavorati (involtini di melanzane, di zucchine, peperoni ripieni con tonno e capperi), oltre alla salsa di pomodoro, e all'olio extravergine Biolidoro che Daniela produce nella sua azienda agricola "Mortellito"
Qualche mese fa conobbi personalmente Daniela, una donna squisita, solare e allegra che mi raccontò del suo progetto. Mi colpì a tal punto che decisi di acquistare tutti i prodotti della linea per assaggiarli e per regalarli ad amici e parenti (ancora oggi mi presento alle cene a cui sono invitata non con vini o dolci ma con 2-3 vasi di sott'olii). 
Ritornando all'idea originale della 'mecenate', non avendo capitali da investire,  mi sono chiesta come potessi aiutare Daniela e far conoscere in modo più diffuso i suoi prodotti (lei è già bravissima e gira l'Italia partecipando ad eventi locali) e così mi sono ripromessa di scrivere un post al più presto. Ed eccomi qui con il mio entusiasmo, che altro non è che il desiderio di condividere con voi qualcosa che ho scoperto. Credo che si possa trovare una via di uscita dalla crisi garantendo l'affermazione e la divulgazione delle idee, cercando la condivisione e la solidarietà tra le persone che si impegnano con serietà in qualcosa in cui credono perchè l'unione di molte idee fa davvero la forza!

Quanto vi propongo non è un contest, una gara o un concorso ad estrazione; non vi chiedo di mandare ricette o fotografie. A coloro che vorranno partecipare a questa mia idea di 'diffusione e promozione' chiedo di segnalarmi un Talento, perchè spero che anche voi abbiate dei talenti da far conoscere!
Ma veniamo alle regole (perchè dove ci sono dei premi, ci devono essere anche delle regole).
Avete tempo fino al 15 Giugno 2012 per fare la seguente cosa:

"Indicarmi il vostro talento"!

Chi potranno essere i candidati? Inizio con il dire chi NON potranno esserlo: produttori su larga scala, persone che hanno già un attività ben avviata e riconosciuta dal mercato, aziende agricole di grandi dimensione, produttori per la GDO, ecc.
I talenti che vorrete segnalare dovranno fare qualcosa che ha come punto in comune il Cibo; vanno bene produttori di materie prime (cereali, legumi, olio, spezie, ecc.) oppure di lavorati (marmellate, conserve, formaggi, dolci, pane, farine, sott'olii,...) ma anche fabbricanti di oggetti che servono a rendere il cibo più gradevole (laboratori di ceramiche, ricamatrici di tovaglie, scultori di posate, soffiatori di vetro per bottiglie e bicchieri,...).  Quindi il vostro talento potrebbe essere il piccolo laboratorio sottocasa di cake design e pasticceria, oppure la coltivatrice di erba medica, timo e lavanda. Il produttore di formaggi e salumi che ha una piccola cascina o chi cuoce un pane speciale. Oppure il falegname che prepara taglieri di legno. 
L'importante che sia un 'talento-da-scoprire': sarete voi a doverlo promuovere, credere nel suo progetto e nelle sue capacità.
Una volta individuato il talento, vi chiedo di seguire i seguenti passi:
- scaricate il banner che troverete in fondo a questa pagina e copiatelo nel vostro blog (più siamo meglio è); magari passate parola tra i vostri lettori;
- inviatemi solo via email (ilsensogusto@gmail.com) i riferimenti della persona/azienda scelta indicandomi il sito web, l'email e cosa produce e raccontatemi la storia e il progetto del vostro talento e il motivo per cui lo volete segnalare (si potranno candidare un numero massimo di DUE talenti a testa) successivamente pubblicherò io i riferimenti e le storie su questa pagina;
- potranno partecipare le persone che hanno un blog, una pagina Facebook, un sito web, un giornale, la vetrina di un negozio, una TV privata, milleduecento amici a cui inviare una email...qualunque cosa permetta di divulgare l'iniziativa;
-  per agevolare la diffusione e la conoscenza dei prodotti dei vostri talenti, dovrete richiedere alle persone/aziende che intendete segnalare, un piccolo 'sforzo' ossia la possibilità di concedere piccole agevolazioni economiche per un tempo limitato (dal giorno di pubblicazione di questo post fino al 31 luglio 2012) da riservare a coloro che parteciperanno o che leggeranno di questa iniziativa (es: 3x2, spese di spedizione gratuite per il primo acquisto, sconto sul primo acquisto, ecc.) Nel caso in cui il talento non avesse un sito di e-commerce, l'acquisto potrà essere effettuato mandando l'ordine via email o rivolgendosi direttamente a chi l'ha segnalato; ricordatevi di indicarmi nella email l'agevolazione di cui ci omaggerà il vostro talento; l'agevolazione verrà applicata segnalando l'iniziativa 'Talento 2012'.

Tra le segnalazioni che mi invierete verranno individuati i DUE migliori talenti che saranno scelti in base a due parametri: l'originalità del prodotto e la storia del progetto.

Coloro che avranno segnalato i talenti vincenti, riceveranno una confezione regalo con 5 vasi di sott'olii Girodolio e una bottiglia degustazione di olio extravergine di oliva Biolidoro (gentile omaggio di Daniela e Giusy, grazie ragazze!).

I talenti che non vinceranno avranno la possibilità di farsi conoscere attraverso il mio blog e indirettamente attraverso il blog di chi vorrà partecipare, mentre a voi cari blogger resterà il merito e il piacere di averli segnalati e fatti conoscere :-)


Sarà mia premura pubblicare in questa pagina gli aggiornamenti che riceverò in modo da condividere con voi i progetti.
Adesso tocca a voi, so che siete circondati da persone valide e piene di idee e non vedo l'ora di conoscerle! :-)
 

L'elenco dei talenti lo potete trovare cliccando su QUI (o nella menu in alto sotto il nome del blog).

35 commenti:

  1. Roberta, un'iniziativa degna di te...

    RispondiElimina
  2. davvero una partenza alla grande, queste creme dip sono veramente frutto di un Dono, anzi, più d'uno se consideriamo i prodotti eccellenti del territorio pugliese. E' molto bella la tua iniziativa, appena riesco prometto di promuoverla come si deve, Grazie!!

    RispondiElimina
  3. Ci penserò il prima possibile! ottima iniziativa!

    RispondiElimina
  4. Bravissima Roberta, hai avuto un'idea speciale (come te :o)

    RispondiElimina
  5. Ah, dimenticavo... con quella notizia della Parodi ho avuto un calo d'umore che non immagini... lo so che sono esagerata, ma mi sono sentita un po' triste per persone come noi :o(

    RispondiElimina
  6. Sull'anomalia della Parodi concordo, comunque l'idea di segnalare talenti è davvero bella... Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. E' un'idea bellissima!!! L'Italia avrebbe le carte per uscire dalla crisi in men che non si dica, ci sono persone e cervelli onesti e perfettamente funzionanti, giovani brillanti che lavorano e producono idee e fatti, peccato che la macchina burocratica appiattisca invece di elevare o che innalzi solo 'chi' (e quindi chissà come mai mi viene in mente la Parodi...), ha conoscenze o appoggi invece che serie capacità!
    Son convinta anche che il ruolo di un etico-blogger sia anche quello di diffondere, informare, dar luce e visibilità a quelle realtà spesso sconosciute perchè non hanno i budget da investire in grosse manovre pubblicitarie (e qui mi metto una mano sulla coscienza come consulente di marketing...).
    I prodotti che racconti mi hanno incuriosito talmente che ora vado a visitare il sito!
    Grazie di avermi segnalato questo post, ci penserò su e non avrò diffico9ltà a segnalare qualcuno!
    Un abbraccio, e buon lavoro, Simo!

    RispondiElimina
  8. Bellissima iniziativa, una sfida da cogliere al volo...
    vado dunque a fare la mecenate! :)

    RispondiElimina
  9. Insomma... sta Parodi non mette il nervoso solo a me! :)
    Bellissima idea e ho già in mente qualcuno... devo solo contattarli... provvedo al più presto! :)

    RispondiElimina
  10. è una bella idea! In questo periodo sono pienissima di cose da fare e spero di riuscire a partecipare. Solo una cosa non ho ben capito. Come si fa a decretare il talento vincitore se non si ha la possibilità di provare i prodotti dei vari talenti? un bacio

    RispondiElimina
  11. @per tutte voi: grazie per aver accolto la mia idea e attendo le vostre segnalazioni!!
    @Agnese: dato che le segnalazioni arriveranno da voi e sono convinta che ognuno indicherà una persona/azienda meritevole di interesse, la scelta verrà 'soggettivamente' effettuata tra la migliore storia/motivazione che mi racconterete e il prodotto più originale (es: tra un produttore di marmellata di albicocche e un allevatore di alghe di lago di montagna, la mia preferenza verrà data a quest'ultimo; se la marmellata di albicocche verrà invece fatta utilizzando frutta di alberi bonsai..beh, la decisione sarà ardua!!). D'altra parte nei contest dove vengono inviate 40-50 ricette non penso che vengano cucinate tutte quante... :-) Se ce la fai mi farebbe piacere.

    RispondiElimina
  12. Il mecenate... che idea sublime! Nel mio piccolo anch'io ho ragionato come te quando ho trovato le mie amiche di Ramina e il loro piccolo laboratorio. L'iniziativa è davvero lodevole e interessante :D

    RispondiElimina
  13. Eccomi Roby, proprio bella questa iniziativa!!!Ho già qualche idea, ci sentiamo nei prossimi giorni, baci :)

    RispondiElimina
  14. Roberta... ricordo ancora l'entusiasmo con cui affrontai l'esame di storia dell'architettura 1, e per me la cupola di Santa Maria del Fiore rimane uno dei progetti più geniali di sempre. Com'è stato piacevole tornarci col pensiero. Questa iniziativa mi sembra bellissima, comincio subito a guardarmi intorno!

    RispondiElimina
  15. Bellissima iniziativa. Originale e lodevole.Ci penserò su. Ti abbraccio e ancora complimenti.
    Sabina

    RispondiElimina
  16. Cara Roberta, è un'idea assolutamente stupenda. Sai quante volte girando l'italia alla ricerca di piccolo hotel de charme, o ristoranti o cantine per il mio lavoro, incontro gente assolutamente straordinaria, produttori incredibili ma assolutamente sconosciuti e mi viene l'immediato impulso di promuoverli, publicizzarli, fare qualcosa per loro...il tuo sforzo, la tua idea ed il tuo entusiasmo credo che siano comuni a tanti di noi che amano profondamente il nostro paese in tutte le sue piccole e meravigliose sfumature di diversità. E credo che un bravo blogger debba esser in grado di fare anche questo, essere in piccolo un talent scout. Farò di tutto per darti una mano, è veramente un'iniziativa bellissima. Ti abbraccio, PAt

    RispondiElimina
  17. Devo farti i complimenti per questa iniziativa per cui hai tutta la mia stima! Ma lo sai che anch'io, ogni tanto, mi faccio i miei sogni di gloria e penso: se mai diventerò miliardaria voglio promuovere e sostenere persone meritevoli (io ovviamente sogno di farlo nel mio ambito, quello dei fumetti; ma il principio è lo stesso). Per quanto riguarda la tua iniziativa nello specifico, non ho molte idee... purtroppo i pochi produttori locali di delizie gastronomiche che conosco non sono neanche lontanamente commerciali (dimensione familiare + pochi amici o vendita delle eccedenze). E sul versante artigianato sono messa ancora peggio :-P Però se entro giugno mi capita qualcosa di interessante sott'occhio ti prometto che vengo di corsa a segnalartelo :-)

    RispondiElimina
  18. @Marina: ecco, brava! Quando ho pensato a questo post mi sei venuta in mente tu con Ramina (perchè non le candidi?).
    @Silvia/La gelida anolina: so che sei un pozzo di idee, ti aspetto!!!
    @Benedetta: Ma dai?! Anche tu architetto? Mi sa che dovrò studiare questo fenomeno sociale dell'abbinamento archiettura-food :-) Grazie per la partecipazione.
    @Sabina: dalla tua fantasia e dal tuo entusiasmo e passione so che arriveranno grandi cose (Optzetk non vale però!!)
    @Patty: sono felice che tu possa condividere con me queste considerazioni e ti appoggio nell'idea di un blog-etico. Grazie per la partecipazione.
    @la Ucci/Ada: lo so che dalle tue parti si parla d'altro, chissà magari c'è qualche disegnatore che prepara vasetti di marmellate. Che bello scoprire tanti mecenati in questo mondo! (PS: tra l'altro possiamo fare i talent scout senza essere milionari ma semplicemente condividendo le nostre 'scoperte' nel nostro spazio).

    RispondiElimina
  19. Ma un agriturismo vero, che produce ortaggi e offre ai clienti carne di animali allevati da loro e prepara marmellate e sott'olii potrebbe fare al caso nostro? Se vuoi e hai tempo leggi questo mio post http://www.cooknbook.org/2011/10/risotto-alla-crema-di-zucca-spinaci-e.html
    Baci

    RispondiElimina
  20. bellissima iniziativa!! Geniale! spero di trovare qualcosa!
    elisa

    RispondiElimina
  21. una bella iniziativa e la scoperta di prodotti enogastronomici

    RispondiElimina
  22. Roberta, mi scervellerò (in pappa) per te!

    RispondiElimina
  23. Carissima Roberta, il tuo post mi ha letteralmente colpito il cuore..hai scritto parole davvero bellissime!
    Innanzitutto trovo fantastica la tua introduzione storica sul Rinascimento; dalle tue parole esce la bellezza e l'importanza dell'arte di quel tempo..
    Mi piace come parli dei Medici e come poni su palmo di mano la loro eterna città..Firenze!
    Su questa non posso avere che parole di lode, perchè è da sempre stata la mia preferita e sopratutto la città che rimarrà nel mio cuore per sempre,(forse anche grazie al ricordo della prima vacanza con il mio amato)..inoltre sono "fan" a tutti gli effetti del grande Alighieri..e ogni volta che entro in città, la sua atmosfera mi pervade, facendomi sentire Beatrice!
    Inoltre ho letto tanto volentieri il tuo racconto sull'essere mecenate...magari esistesse ancora gente di questo tipo! Magari potessimo trovare oggi scopritori di talenti innati (e non sicuramente "Italia's got talent"); talenti che in qualche modo potrebbero risolvere o migliorare la deriva del nostro mondo.. Ma purtroppo no! Anche perchè nella loro scoperta, il talento stesso ne verrebbe poi offuscato dalla superficialità dei media, della fama e del successo! Non lo trovo per niente ammissibile..
    Potremo avere di nuovo degli umili Leonardo Da Vinci?? Mha..non so più cosa pensare..posso solo dirti che adesso un ragazzino sa a memoria i nomi dei concorrenti del grande fratello, ma non conosce più i sette Re di Roma..
    Riguardo alla tv sulla cucina..credo sinceramente che si stia esagerando..! Più che altro perchè tutto diventa finzione e nessuno sa più delineare ciò che distingue la fine della realtà..
    Detto ciò, scusami se mi sono dilungata, il tuo post mi ha davvero catturata e così anche il "concorso" mecenate per dar voce a quei talenti oscurati da più grandi mercati..
    Cercherò il più possibile, per poter, a mio modo, fare sana pubblicità a chi davvero se lo merita!
    Un bacio grande!!
    a presto!
    Kika

    RispondiElimina
  24. Ciao Robi!!!!! Stupenda questa iniziativa. Per ora mi prendo il banner e ci penso. penso su. Tanto ho tempo anche quando ritorno :-))))) un bacio

    RispondiElimina
  25. @Buccia di limone: Grazie Elisa, ci conto!!
    @Gunther: non solo "enogastro", avanti con ceramisti, tessitori, decoratori... :-)
    @Cervello in pappa: Alice, scervellati please! ehehehe
    @Kika: cara Kika, ti confesso che Firenze è la città che amo più di tutti tra quelle che ho visitato nella mia vita, è un pò come 'ritornare a casa'. Mi sa che in vite passate ho vissuto da quelle parti. Grazie le tue riflessioni.
    @Marina@QCne: già di ritorno??? E io che pensavo di venirti a trovare in quel di BKK!! Smack

    RispondiElimina
  26. Che bella iniziativa!! :)
    Complimenti! Anche per il blog! Ti seguirò con piacere ;)

    RispondiElimina
  27. Che bella idea! A dire la verità speravo inizialmete stessi cercando "nuovi talenti" nel campo del food blogging,io ho appena iniziato la mia esperienza con il mio sito,sono ancora "acerba" nel mestiere ma spero di diventare pi brava con il tempo. Ho scoperto oggi il tuo blog e ti seguirò certamente per quello che tu fai è esattamente quello che io vorrei fare. Ciao, e complimenti! Lavinia

    RispondiElimina
  28. Ma che iniziativa fantastica...io avrei l'imbarazzo della scelta!!!Mi metto subito in movimento!:)

    RispondiElimina
  29. @Vivere all'italiana: attendo con trepidazione le tue proposte!! :-)

    RispondiElimina
  30. inanzitutto inizio con il dirti che e'molto carina quetsa tua idea.e'vero di talenti ce ne sono tanti e purtroppo in Ita;lia li facciamo scappare.queste creme sono speciali!ps.> adesso penso chi segnalarti!

    RispondiElimina
  31. @Lucy: vai Lucy, attendo i nomi!!
    @Loveforfood: thanks! :-)

    RispondiElimina
  32. Domani mi metto in moto, scusa il ritardo, ce l'ho sempre in mente ma non arrivo mai :))
    Baci

    RispondiElimina
  33. Intanto mi iscrivo e ti seguo. Poi, mi dispiace, ma io abito a Firenze e a momenti facevo il corso che volevi fare tu di restauro.... all'ultimo tuffo ho cambiato idea. Quando giro per Firenze mi si riempie l'anima, e tu capisci quello che dico, mi si riempie il cuore e mi sento molto fortunata.
    Bellissima la tua idea, non so se conosco qualche talento nascosto, qualche giorno per farmi venire un'idea mi è rimasto, ci provo.... comunque grazie per esserti fatta venire in mente una cosa del genere...buona vita. Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nooooo!! Vivi nella città più bella del mondo!!! Firenze ha i miei ricordi, il mio cuore e la mia anima. Il Rinascimento è quanto di più elevato che l'Italia ha prodotto, capolavori dell'arte di un'infinita bellezza. Se ti venisse in mente qualche talento, ben lieta di accoglierlo sul mio blog!! Buona vita anche a TE!

      Elimina